1

  • Escursione in Svizzera: a Pontimia da Zwischbergen con Gianpaolo Fabbri. Foto

    Escursione in Svizzera: a Pontimia da Zwischbergen con Gianpaolo Fabbri. Foto

  • Green pass obbligatorio al lavoro: favorevole il 66,5% dei votanti al sondaggio sulla app NEWS24

    Green pass obbligatorio al lavoro: favorevole il 66,5% dei votanti al sondaggio sulla app NEWS24

  •  Castagnata a Macugnaga: vin-brulè e degustazione di dolci a base di farina di castagne. Foto

    Castagnata a Macugnaga: vin-brulè e degustazione di dolci a base di farina di castagne. Foto

  • Sono 14.622 le persone che hanno ricevuto oggi il vaccino contro il Covid

    Sono 14.622 le persone che hanno ricevuto oggi il vaccino contro il Covid

  • Festa d'Autunno domenica a Domodossola. La 24^ edizione con l'Oscella Felix

    Festa d'Autunno domenica a Domodossola. La 24^ edizione con l'Oscella Felix

  • Sono 246 i nuovi casi di persone risultate positive al Covid-19. I ricoverati in terapia intensiva sono 18 (-1 rispetto a ieri)

    Sono 246 i nuovi casi di persone risultate positive al Covid-19. I ricoverati in terapia intensiva...

  • Laura Marzadori, primo violino della Filarmonica della Scala di Milano, in Collegiata a Domo per “I violini d'autunno”

    Laura Marzadori, primo violino della Filarmonica della Scala di Milano, in Collegiata a Domo per...

  • Fuori pericolo la ventenne ferita da un colpo di fucile esploso dall'ex fidanzato

    Fuori pericolo la ventenne ferita da un colpo di fucile esploso dall'ex fidanzato

  • Covid: le nuove regole per accedere agli ambulatori degli ospedali

    Covid: le nuove regole per accedere agli ambulatori degli ospedali

  •    In Piemonte l'84% dei pazienti covid in terapia intensiva non è vaccinato

    In Piemonte l'84% dei pazienti covid in terapia intensiva non è vaccinato

  • Da sabato in Piemonte tampone gratuito per i lavoratori in attesa di green pass

    Da sabato in Piemonte tampone gratuito per i lavoratori in attesa di green pass

     

  • Sono 17.770 le persone che hanno ricevuto oggi il vaccino contro il Covid

    Sono 17.770 le persone che hanno ricevuto oggi il vaccino contro il Covid

App Store Play Store Huawei Store

mafrici giuliano

VALLESE- 28-08-2021-- L’impresario ossolano, Antonio Giuliano Mafrici, fondatore e amministratore di due importanti aziende con sede a Visp e Raron operanti nel settore delle costruzioni, accusato di avere corrotto due funzionari delle strade Federali (Ustra), è stato prosciolto da tutte le accuse

Nel marzo 2015 era stata aperta un’indagine nei suoi confronti, era accusato di avere dato dei regali a due funzionari, nella forma di cesti alimentari (cesti Natalizi) di specialità italiane, e di inviti a pranzo. L’indagine è stata fatta anche nei confronti dei due funzionari federali. Nel mese di febbraio 2021 i due funzionari federali hanno accettato di pagare una multa pecuniaria perché il loro comportamento non è stato rispettoso del regolamento interno dell’Ustra, che prevede la dichiarazione alla direzione dei regali ricevuti.

 

Il procedimento contro l’impresario ossolano è invece stato archiviato, dopo lunghe indagini. Mafrici è stato totalmente prosciolto: “ L’impresario non ha mai contestato il fatto di aver fatto questi regali- spiega l’avvocato difensore Fernando Willisch- come del resto a tutti gli altri clienti, nella forma di specialità italiane: tipici cesti natalizi e vini italiani di buona qualità. Fatto in buona fede ed in modo trasparente, e l’archiviazione del procedimento conferma l’inconsistenza delle accuse.

 

Oggi finalmente, dopo 6 anni e mezzo (l’indagine è iniziata nel Marzo 2015) è stata presa la decisione di archiviazione da parte della Procura, dall’inizio delle indagini sono stati fatti accertamenti nella sfera privata e nell’ambito professionale del signor Mafrici e nonostante la disponibilità del mio cliente di dare chiarimenti su tutto, la procedura è andata avanti fino al 2021 senza nessuna ragione!

Tutto questo va contro il mio modo di interpretare il diritto e porta l’autorità inquirente sotto una “cattiva luce” - dice l’avvocato del signor Mafrici, Fernando Willisch- l’impresario durante tutto questo tempo è stato considerato dai media come un corruttore e questo ha creato grossissimi danni al buon nome della persona, creando una situazione di isolamento del signor Mafrici, nonostante le sue buonissime referenze professionali e la grandissima esperienza nel campo delle costruzioni di tunnel, viadotti, gallerie artificiali e ponti”.

 

“Questo procedimento- così l’impresario ossolano- adesso archiviato, fatto contro di me dalla procura di Berna, ha rovinato la mia vita professionale, i frutti del mio lavoro ed il mio buon nome”.

Mafrici, la cui questione è finita sulle principali testata del Vellese, chiede ora milioni di franchi di risarcimento.

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.