1

  • Rientrato a casa il ragazzo che era scomparso in valle Vigezzo

    Rientrato a casa il ragazzo che era scomparso in valle Vigezzo

    DRUOGNO- 19-02-2020-- E' rientrato a casa

  • Giovane scomparso da casa, attivate le ricerche

    Giovane scomparso da casa, attivate le ricerche

    DRUOGNO- 19-02-2020-- Si cerca un giovane in valle Vigezzo.

  • Giovane svizzero ubriaco attraversa a piedi il tunnel ferroviario del Sempione. Severa condanna e danni

    Giovane svizzero ubriaco attraversa a piedi il tunnel ferroviario del Sempione. Severa condanna e...

    BRIGA-19-02-2020-  La Procura dell'Alto Vallese

  • La Locarno-Venezia è la più antica idrovia d'Europa

    La Locarno-Venezia è la più antica idrovia d'Europa

    CANNOBIO – 19-02-2020 -- “Navigare le acque...

  • I 50 calendari di Carlo Pessina che rimaranno nella storia in mostra a Crevoladossola. Video

    I 50 calendari di Carlo Pessina che rimaranno nella storia in mostra a Crevoladossola. Video

    CREVOLADOSSOLA- 18-02-2020- E' stata inaugurata nel...

  • Carnevale di Villa: la Noga vince la sfilata, Paola Castellaro e Guido Tambolini l'Arlori e la Zecra. Foto

    Carnevale di Villa: la Noga vince la sfilata, Paola Castellaro e Guido Tambolini l'Arlori e la...

    VILADOSSOLA- 16-02-2020--E' stato il carro della Noga

  • Incidente sulle nevi a Bognanco: cade in un canalone, recuperato con l'elisoccorso. Non è grave

    Incidente sulle nevi a Bognanco: cade in un canalone, recuperato con l'elisoccorso. Non è grave

    BOGNANCO- 16-02-2020-- Incidente sulle nevi a Bognanco,

  • Arrestata la banda delle motoseghe

    Arrestata la banda delle motoseghe

    BELLINZONA – 16-02-2020 -- In manette la banda

  • La mappa settimanale dei controlli di velocità in Ticino

    La mappa settimanale dei controlli di velocità in Ticino

    BELLINZONA - 17-02-2020 -- Con la settimana entrante

  • Le atlete francesi delle Coppa del Mondo hanno scelto le nevi di San Domenico

    Le atlete francesi delle Coppa del Mondo hanno scelto le nevi di San Domenico

    SAN DOMENICO-16-02-2020-- Da domani il comprensorio

  •  Fa fuoripista ma resta bloccato su rocce a strapiombo. Reuperato con l'elisoccorso

    Fa fuoripista ma resta bloccato su rocce a strapiombo. Reuperato con l'elisoccorso

    VAL DIVEDRO-16-02-2020-- Sono dovuti intervenire

  • Alla Cappuccina la festa di Carnevale, ospite Salvatore Ranieri

    Alla Cappuccina la festa di Carnevale, ospite Salvatore Ranieri

    DOMODOSSOLA- 16-02-2020-- L’appuntamento con il...

100 anni di Irma Martinetti 1.jfif
SANTA MARIA MAGGIORE - 13-02-2020 - Festeggiamenti in Val Vigezzo

in onore di Irma Martinetti, nuova centenaria di Buttogno, frazione di Santa Maria Maggiore.
Mercoledì 29 gennaio una breve cerimonia alla presenza dei familiari della signora, del sindaco di Santa Maria Maggiore, Claudio Cottini, con rappresentanti della Giunta e del consigliere della frazione, insieme agli auguri e ai fiori di rito, ha testimoniato la vicinanza di tutta la comunità vigezzina alla neo-centenaria.
Irma ha accolto con piacere l'omaggio floreale e, dopo l'abituale spegnimento della candelina "di rappresentanza", ha partecipato al rinfresco brindando con i presenti.

Irma Martinetti è nata il 29 gennaio 1920 alle ore 10.29 nell’allora Comune di Buttogno nella casa posta in via Mazzano n. 7, da Alfonso (di professione bracciante) e Annunziata Del Sasso (di professione contadina).
Il 23 novembre 1940 ha sposato Lorenzo Bona, da cui ha avuto tre figli: Oreste, Ermanno e Lidia. Il marito, divenuto nel frattempo cieco per causa di guerra, morì il 17 aprile 1975.
Irma vive ormai da 25 anni presso la casa del figlio Oreste e di sua moglie Maria Provaso.
La sua non è stata una vita facile: a causa dell’handicap del marito, Irma ha affrontato la dura vita della commerciante di stoffe, spostandosi, con cavallo e carretto, lungo tutta la Valle Vigezzo e la Valle Cannobina.
Ed è proprio durante una di queste giornate lavorative in Valle Cannobina che, giunta nella piazza di Gurro proprio mentre i fedeli stavano uscendo dalla Chiesa al termine di una funzione religiosa, i più piccoli, vedendola assieme ai figli con il carretto pieno di stoffe, la derisero a lungo gridando “i rivan i strolag”, finché il Parroco non intervenne facendoli smettere.

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.